Compostaggio domestico

Il rifiuto organico (avanzi di cucina + scarto verde) rappresenta circa il 30% dei nostri rifiuti. Se portato in discarica esso è fortemente nocivo per l’ambiente: sia per i percolati sia per i biogas che si generano. 

Anche qui, la crescente urbanizzazione, l’industrializzazione di agricoltura ed allevamenti, hanno fatto sì che il rifiuto organico (che in passato veniva più facilmente smaltito in autonomia) aumentasse notevolmente di quantità. Il compostaggio domestico, quindi, per chi lo può fare, singolarmente o collettivamente resta dunque una soluzione naturale ed efficace per non produrre rifiuti organici e per ridare alla natura quello che le apparteneva!